Se soffri di insonnia, ti senti ansioso, hai dolore cronico o ti è stata diagnosticata una qualsiasi altra serie di altri disturbi, potresti aver sentito che "il CBD fa bene a questo". Hai fatto qualche ricerca e acquistato un prodotto CBD, ma come fai a sapere esattamente quale dogse dovresti usare?

Il cannabidiolo (CBD) è un estratto di fiori di canapa che sta conquistando il mondo della salute e della bellezza. La ricerca preliminare suggerisce che a causa dei suoi effetti antinfiammatori e neuroprotettivi può supportare coloro che soffrono di dipendenze, Alzheimer, commozione cerebrale, fibromialgia, diabete, sclerosi multipla, disturbi del sonno e molte altre condizioni. Ma questo integratore potenzialmente utile non viene fornito con raccomandazioni di dosaggio a misura unica. In effetti, dovrai usare un piccolo tentativo ed errore per trovare la dose giusta. Queste linee guida ti aiuteranno a fare proprio questo.

Inizia basso e vai piano

Questo sarà il tuo motto quando troverai la dose ottimale di CBD. All'inizio, dovresti assicurarti di tollerarlo bene prima di arrivare a una dose che allevia i tuoi sintomi unici. Questo processo si chiama microdosaggio o auto-titolazione, il che significa che sei responsabile di trovare la dose efficace più bassa per te.

L'infermiera registrata ed esperta di cannabis medica Eileen Konieczny, nel suo libro Healing with CBD, raccomanda di iniziare con un microdose da 10 mg o addirittura di dividerlo in due o tre dosi nel corso di una giornata. Dopo alcuni giorni o una settimana a questo livello, dice, puoi aumentare gradualmente la dose da 5 a 10 milligrammi alla volta.

Konieczny e altri raccomandano questo processo di aumentare lentamente la dose mentre si tengono note sui sintomi in un diario in modo da poter monitorare l'efficacia dell'estratto. App come Strainprint e Releaf possono aiutare con il rilevamento dei sintomi.

Conosci il tuo prodotto

Una delle sfide per trovare la dose giusta per te è sapere esattamente quanto CBD è presente nel prodotto acquistato e quanto in ciascuna dose di quel prodotto. Le tinture sono perfette per il microdosaggio perché ti consentono di aumentare lentamente la dose in un modo in cui non commestibile. Iniziare con una tintura, in particolare prenderlo per via sublinguale (sotto la lingua), è un buon modo per capire come il CBD ti colpisce e quale buona dose sarà per te.

Cerca sull'etichetta del prodotto i milligrammi totali (mg) di CBD nel contenitore e per dose nella tabella dei fatti del supplemento. Assicurati di non confondere le tue unità qui: i millilitri (ml) misurano il volume di un liquido mentre i milligrammi ti dicono il peso dell'estratto che è stato sciolto nel liquido della tintura. Se hai acquistato una tintura e ti senti come se avessi affrontato il peggior problema di matematica del mondo, questo potrebbe aiutare.

● La maggior parte (anche se non tutte) le bottiglie di tintura sono un'oncia o 30 millilitri (ml)

● La dimensione del contagocce standard è 1 ml

● Se il flacone contiene 500 mg di CBD, ogni contagocce contiene poco meno di 17 mg di estratto

● Per iniziare da 10 mg, saranno necessarie circa 12 gocce da quel contagocce

Puoi aumentare di un minimo di una goccia alla volta mentre ti auto-titoli per trovare il “punto giusto” per te.

Il punto debole

La giusta dose ti dà l'effetto desiderato usando la quantità più bassa possibile. A questa dose inizierai a sentire il beneficio di ciò che stai assumendo, ma è improbabile che si verifichino effetti collaterali (il CBD non ha quasi effetti collaterali segnalati, tuttavia i risultati possono variare). Prendersi il tempo per trovare questa dose minima efficace, anche con tutti i tracciamenti matematici e sintomatici coinvolti, ti fa risparmiare denaro in quanto prendi solo il necessario.

Una volta trovata una dose che sembra funzionare, tieni presente che il tuo corpo è un sistema dinamico e possono verificarsi cambiamenti nella sensibilità. Il monitoraggio continuo o intermittente dei sintomi ti aiuterà a sapere quando modificare la dose.

Infine, non esitare a prendere una bassa dose di CBD per scopi di manutenzione. Il dottor Dustin Sulak, medico di medicina integrativa ed esperto di cannabis medica, afferma che fare questo può essere un efficace approccio a lungo termine alla guarigione. "Nel tempo", dice, "ho iniziato a notare che la maggior parte dei pazienti che utilizzavano piccole quantità di cannabis stavano ottenendo risultati migliori e più sostenibili rispetto alle loro controparti ad alto dosaggio con condizioni simili".

Scegliendo un prodotto di alta qualità, chiaramente etichettato e usando l'approccio di microdosaggio raccomandato dagli esperti, ti stai dando le migliori probabilità di sperimentare un livello superiore di benessere con il supporto del CBD.

Fare clic qui per visualizzare la pagina Web originale all'indirizzo www.greenentrepreneur.com

Lascia un commento

it_ITIT
en_GBEN de_DEDE es_ESES fr_FRFR sv_SESE fiFI it_ITIT